dangelowine

Vai ai contenuti

Menu principale:

Home   L'Azienda    I Vini    Il Vitigno    Riconoscimenti    News Eventi    Rassegna Stampa   Distributori   Contatti      IT  EN  DE

Orazio

"Nullam, Vare, sacra vite prius severis arborem"
Nella terra del poeta latino Orazio, il quale suggeriva di "Non piantare alcun albero prima della Sacra Vite" (Ode a varo) viene coltivato uno dei vitigni più nobili e antichi d'Italia: l'Aglianico. Le particolari condizioni pedoclimatiche di questo territorio (terreno di origine vulcanica), la posizione dei vigneti (circa 500 mt. s.l.m.), gli inverni rigidi e le estati tiepide con notevole escursione termica tra notte e dì ci danno ragione della struttura, della complessità, della forza e della notevole intensità di profumi che questo vino racchiude in sè. Le sue origini risalgono ai greci che avrebbero piantato queste viti durante la colonizzazione dell’italia meridionale. Anche Orazio Flacco, nato in questa zona (Venosa), parlava spesso di vino e nel bicchiere che alza pronunciando la fatidica frase “nunc est bibendum”c’era “Aglianico”.





L’Azienda

L’Azienda D’Angelo rappresenta in Basilicata la storia dell’ Aglianico del Vulture, nasce intorno agli anni 30, fondata da “Rocco D’Angelo” nonno degli attuali titolari Erminia e Rocco D'Angelo, figli di Lucio D'Angelo. L’attivita’ iniziale e’ stata quella di esportare al Nord Italia le uve fresche di Aglianico che vinificate servivano per “tagliare” vini di poco corpo e di scarso colore. Nel 1971 con l’attribuzione della D.O.C. (denominazione di origine controllata) le cose sono un po’ cambiate in quanto si è cominciato a commercializzare un vino con una propria identita’ e storia. L’Azienda e’ situata nella zona piu’ classica di produzione dell’Aglianico del Vulture tra Rionero, Barile, Rapolla e Ripacandida, conta piu’ di 40 ettari di vigneto, produce circa 400.000 bottiglie nelle diverse tipologie e possiede due cantine una di lavorazione ed una di affinamento in botti e barrique. Segue...

Il Vitigno


L'Aglianico è un vitigno di antichissima coltivazione in Italia meridionale e particolarmente in Basilicata e in Campania, sarebbe stato introdotto dai greci al tempo della fondazione delle loro colonie. Diverse sono le interpretazioni riguardo al nome che deriverebbe da Ellenico o Ellanico. Predilige terreni collinari di origine vulcanica, argilloso-calcarei o comunque di buona costituzione. Dal punto di vista fenologico è un vitigno a germogliamento tardivo ed a maturazione tardiva. Nelle aree più interne della Basilicata la raccolta viene effettuata tra l'ultima decade di ottobre e la prima e la prima di novembre.Le produzioni variano molto da località a località e vanno da 40-50 q.li per ettaro a 100 nelle zone più fertili. I livelli zuccherini alla raccolta, se l'andamento stagionale è favorevole, possono essere molto elevati ed associati ad un eccellente contenuto acido. Segue...

CASA VINICOLA D'ANGELO SNC  
p.iva 00102300761
Via Padre Pio 8 , Rionero in Vulture 85028 (PZ)
ITALIA - tel. 0972721517 - fax 0972723495
www.dangelowine.com - E-mail: dangelowine@tiscali.it

 
Torna ai contenuti | Torna al menu